HAI DIMENTICATO I TUOI DATI?

CREA ACCOUNT

APRILE 1986. PRIMA CONNESSIONE INTERNET IN ITALIA
1994

IL WEB SI DIFFONDE IN ITALIA

yahoo

Dimenticatevi di Google. Nel ’94 non c’era. C’era Yahoo!, il primo vero, grande motore di ricerca del web. Sapete cosa significa la sigla Yahoo!? “Yet Another Hierarchical Officious Oracle“.

Le aziende si chiedono come usare la "rete" per guadagnare. Nascono i primi grandi portali del web preistorico, è il tempo di Microsoft '95, e di Netscape.

Noi ci siamo. Tra computer e prime connessioni sviluppiamo i primi siti web per i clienti che si affacciano a questo mondo.

1998

ARRIVA GOOGLE

First-google-logo

All’inizio motore di ricerca per hacker, che rifiutava la pubblicità. E il PageRank, un algoritmo che unisce una serie di fattori volti a determinare quanto una pagina è pertinente per una ricerca.

Passiamo mesi a studiarlo, ad eseguire test, a comprenderne a fondo la logica. E iniziamo ad avere i primi clienti, che scalano le pagine dei risultati. Ci ricordiamo ancora le loro facce sorprese.

2000

LA PUBBLICITA' SBARCA SU INTERNET

 

ADWORDS

Google ci ripensa, e lancia AdWords. Pagando, puoi ottenere delle posizioni privilegiate nelle pagine di ricerca.

Comprendiamo subito le potenzialità di questo nuovo strumento e della pubblicità in internet in generale, ed elaboriamo delle prime strategie per sfruttare il nuovo canale di comunicazione, ottimizzando di volta in volta il budget dei nostri clienti.

2004

ARRIVANO I SOCIAL NETWORK

web

Era il "lontano" 2004 e a Cambridge, alcuni studenti fondano un sito per raccogliere i profili degli studenti dell'Università. Lo chiamano "Facebook". E' la più grande rivoluzione di internet.

I social network modificano profondamente il mondo del web, e impongono nuove strategie per essere sfruttati al massimo. Noi, identifichiamo subito le tecniche migliori per integrare i social nei siti e per veicolare nuovi ed entusiasti utenti sui siti dei nostri clienti.

2005

LA RIVOLUZIONE MOBILE

Nokia_3310_in_hand-640x320

Si affaccia un cambio di passo, arriva il mobile. Esistevano i siti WAP, adatti agli schermi dei Nokia, per esempio. “E’ solo un cambio di dispositivo, le tecniche rimangono uguali”, dicevano. Non eravamo per niente d’accordo e abbiamo insistito con tanti clienti per rivoluzionare i loro siti, anche se non capivano il perchè.

Quando il mercato del mobile si allargò pochi anni dopo, i nostri clienti erano preparati. Ed orgogliosi.

2009

NUOVI MOTORI E NUOVE TECNICHE

bing

Mentre Google lavora sui suggerimenti di ricerca e i risultati in tempo reale, Microsoft sfodera Bing, il suo motore di ricerca. Un gruppo dei nostri esperti decide di concentrarsi solo su questo motore.

Dapprima sembra una perdita di tempo, non lo usa nessuno. Ora che è il motore di default di Windows 10 e i clienti ci chiedono: “Ma sapete lavorare anche con Bing?” rispondiamo: “Sì, certo”.

2011

IL NUOVO PROTAGONISTA E' IL CONTENUTO

panda

Google fa una serie di mosse. Migliora la ricerca immagini, il riconoscimento vocale, aggiorna gli algoritmi.

Uno del nostro team dice: “Sta cambiando qualcosa, forse Google non considera le keyword con la stessa importanza. Sembra che si stiano muovendo anche su altro”.

Quando Google lancia Panda, un aggiornamento che sposta l’attenzione sulla leggibilità del contenuto e colpisce tutti i testi copiati o duplicati senza pietà, festeggiano in due.

I nostri clienti, non solo protetti, ma avvantaggiati nel posizionamento, e il nostro esperto, a cui regaliamo una Ferrari. In miniatura, ovviamente.

2014

LA USER EXPERIENCE E' TUTTO

UX

Sin dall’anno precedente, immaginiamo che la User Experience, specie su mobile, sarà sempre più fondamentale. Nello stesso anno Google conferma il trend e aggiunge proprio quello che ci aspettavamo.

Maggiore attenzione alla personalizzazione, alla struttura mobile dei siti e anche alla qualità dei testi e perfino alla credibilità degli autori dei contenuti. Niente di meglio per noi, che negli anni abbiamo ottenuto un gruppo di ricercatori e redattori di prim’ordine.

2016

MOBILE, RICERCA VOCALE E CONTENT MARKETING

futuro

Su cosa stiamo lavorando nel 2016? Alla ottimizzazione mobile, che pensiamo supererà definitivamente quella desktop e alla integrazione dei siti con il modo di cercare risposte degli assistenti vocali, come Siri e Cortana.

Ma anche sul Content Marketing che si impone come strumento di vendita, e sui testi creati dai social network, la cui integrazione nei siti siamo certi porterà vantaggi ai nostri clienti.

Infine, studiamo le intenzioni di ricerca e il modo di fornire contenuti in anticipo rispetto ai trend, per dare ai nostri clienti posizionamenti privilegiati e in anticipo rispetto alla concorrenza.

OGGI
TOP